Cosa vedere in un weekend a Palermo con i bambini. Ossia 10 indirizzi dove non vi guarderanno con aria sdegnata non appena entrerete con la comitiva urlante.

Palermo è da sempre considerata una città poco kids-friendly. In realtà in questi anni sono stati fatti immensi passi in avanti e le cose da fare per i bambini sono aumentate, come anche le attività e gli eventi dedicati a loro.

Se visitate Palermo in estate, il mio consiglio è di girare per il centro storico dal tardo pomeriggio in poi, perchè fa davvero molto caldo. Al mattino meglio optare per un bagno a Mondello o un’escursione a Monreale o Monte Pellegrino. Se visitate Palermo in qualsiasi altra stagione, il mio consiglio è sempre di lasciare il passeggino e di portare il bambino con la fascia o il marsupio, riuscirete a percorrere meglio le strette e trafficate strade del centro storico.

Palermo è una bellissima città, i suoi marciapiedi molto meno.

Altro consiglio. Non portate i bambini ai mercati storici! Le stradine sono molto anguste e piene di gente negli orari più affollati e i bambini, specialmente piccoli, potrebbero confondersi con tutte le luci e i rumori tipici del mercato.

Ovviamente qui non vi menzionerò i siti turistici classici, perchè di quelli ne sono piene le guide, Palermo è uno scrigno prezioso che va aperto e maneggiato con cura. Attenzione e curiosità dovranno essere la vostra guida in questa città caotica, performante, sorprendente e coloratissima.

GAM (Galleria d’Arte Moderna)

La Galleria d’Arte Moderna è una delle istituzioni culturali più vitali della città. Il museo, situato nel bellissimo contesto dell’Oratorio di Sant’Anna, è da sempre attento ai piccoli visitatori proponendo periodicamente laboratori tematici. E una sosta alla caffetteria del museo è d’obbligo per riposarsi un pò prima di rimettersi in cammino verso altre esplorazioni.

Per informazioni su orari ed eventi questo il sito.

Orto Botanico e Villa Giulia

L’Orto Botanico, fondato nel 1786, è una tra le più importanti istituzioni accademiche italiane. Considerato un enorme museo all’aperto, ospita al suo interno innumerevoli specie botaniche provenienti da ogni parte del Mediterraneo e dall’Europa. Il suo giardino bellissimo è davvero perfetto per un giro con i bambini.

Poco più avanti troverete Villa Giulia, una villa dai viali alberati dall’allure ottocentesca. All’interno si trova un bar dove trascorrere un pò di tempo mentre i bambini si divertono ad esplorarne i dintorni.

Il sito dell’Orto Botanico è a questo link.

Teatrino Ditirammu

E’ un delizioso piccolo teatro che custodisce gelosamente la sua vocazione di luogo dove tramandare il folclore siciliano, con un lavoro eccezionale di ricerca e recupero delle tradizioni popolari. Le origini del nome risiedono proprio nel nome greco Ditirambo: antichissima tecnica recitativa di origine greca che inneggia al dio Bacco e al vino. Ha una ricca programmazione, anche dedicata ai bambini.

Vi segnalo il sito per scoprirne di più.

Opera dei Pupi

Un’esperienza emozionante, antica e sempre interessante è andare a vedere uno spettacolo delle tradizionali marionette siciliane: i pupi. La famiglia Cuticchio è una delle più antiche e famose famiglie di pupari, una sapienza che si tramanda intatta di generazione in generazione.

I bambini non potranno che entusiasmarsi a guardare le gesta antiche di cavalieri e principesse da salvare, terribili mori e saladini, sconfiggere draghi e vivere avventure poetiche ed incredibili. Gli spettacoli sono solo nel weekend.

Il sito web è qui ma il calendario degli eventi lo trovate sulla pagina Facebook.

Museo Internazionale delle Marionette “A. Pasqualino”

I miei figli sono andati recentemente al museo delle marionette con la scuola e si sono divertiti tantissimo in questo piccolo ma delizioso museo dove si trova una delle più ricche collezioni di marionette al mondo. Oltre ai pupi, le marionette e i burattini provengono da ogni parte del mondo e se doveste capitate qui a novembre, non perdetevi il Festival Internazionale di Morgana.

Il sito web con tutte le info è qui

Museo archeologico nazionale “A. Salinas”

Il Museo Archeologico “A. Salinas” è stato recentemente ritrutturato. La nuova esposizione si sviluppa attorno ai due splendidi chiostri e al suo interno si trovano importanti reperti provenienti da tutta la Sicilia, dalla statua di colossale di Zeus proveniente da Solunto ai gioielli di Tindari, dai vasi provenienti dalla necropoli di Agrigento alle eccezionali metope dei templi di Selinunte.

Esiste un ricco programma pensato anche per le famiglie. Per info sugli eventi cliccate qui.

Giardino Inglese

Il Giardino Inglese è un bellissimo giardino ottocentesco situato nel salotto di Palermo, proprio in viale della Libertà. Rappresenta da generazioni una meta ambita dai bambini che lì trovano un’oasi verde per passare qualche ora in tranquillità giocando all’aria aperta. Oltre alle belle fontane e ai viali alberati, al suo interno ci sono un parco giochi ed un bar.

Villa Filippina

Un’altra oasi di verde è il parco di Villa Filippina, situato all’interno di un complesso che ospita fra l’altro il Planetario. Nata come struttura adibita a luogo di svago, oratorio e scuola dai Padri Filippini, la struttura è oggi tornata ai suoi antichi splendori e, oltre alla bellissima cappella dedicata a San Filippo Neri, è sede di grandi manifestazioni, concerti e cinema all’aperto.

Per consultare il programma dettagliato cliccate sul sito

Palazzina cinese e Museo Pitrè

La Palazzina Cinese è un’antica dimora reale creata dai Borbone delle Due Sicilie, situata proprio a ridosso del Parco della Favorita. Il suo stile eclettico ispirato all’Oriente è affasciante come anche i suoi arredi interni, le decorazioni pittoriche dei soffitti e delle pareti. Un giardino all’italiana con le caratteristiche da fontane e siepi che formano labirinti si apre sul retro dell’edificio e merita anch’esso una visita.

Dove un tempo sorgevano le dipendenze della Palazzina Cinese (cucine e stalle), oggi trova posto la sede del Museo Etnografico G. Pitrè, dedicato alle arti e tradizioni popolari siciliane. Qui i bambini si divertiranno ad osservate le antiche tradizioni siciliane dai pupi al carretto, dall’arte dei pastori alle pitture su vetro, dal carro del Festino di Santa Rosalia agli ex-voto.

Per orari ed informazioni qui è il link al sito all’Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana.

La Riserva di Monte Pellegrino

La Riserva naturale orientata Monte Pellegrino è una riserva naturale la cui fondazione si deve a Ferdinando di Borbone alla fine del XVIII secolo che la creò per farne una riserva di caccia e per dedicarla ad attività di sperimentazione agricola

Oltra alla magnifica vista su Palermo e Mondello, merita sicuramente una visita il Santuario, che sorge nella grotta dove nel 1624 furono ritrovate le ossa di Santa Rosalia, patrona di Palermo.

E quando stremati dalla calura estiva i genitori avranno bisogno di un aperitivo?

Il mio consiglio è se siete nei pressi del centro città, un aperitivo al Nautoscopio situato proprio sul mare che si affaccia sul porto. Un angolo suggestivo dove poter mangiare e ascoltare musica dal vivo. Per consultare il calendario degli eventi cliccate sulla pagina Facebook.

Se invece doveste essere dalle parti di Mondello, l’Ombelico del Mondo è il posto che fa per voi. Troverete anche una piccola area gioco recintata per far giocare i bambini in libertà – La Ludoteca del mare– mentre voi vi assaporerete il tramonto sulla spiaggia.

Questa è la pagina Facebook dell’Ombelico del Mondo e questa quella della Ludoteca con gli eventi ed i laboratori in programma.

Perché, diciamocelo, un aperitivo con i piedi sulla sabbia non si nega a nessuno!

Buona vacanza!

P.S. So che la lista è abbastanza riduttiva, ma se avete altri indirizzi o suggerimenti scriveteli nei commenti.

4 risposte a "Cosa vedere in un weekend a Palermo con i bambini. Ossia 10 indirizzi dove non vi guarderanno con aria sdegnata non appena entrerete con la comitiva urlante."

  1. che bei posti che ci hai suggerito!! a Palermo non ci siamo mai stati vorremo proprio venire a visitarli, magari l’anno prossimo
    un bacio cara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.